Scommesse che vale la pena vincere

Belle vero? Sono alcune delle foto del Condom mob che si è tenuto il 3 dicembre a Milano. Spiego brevemente per quelli che si sono persi questa fantastica iniziativa. Cominciamo con qualche dato tecnico: il tutto è stato organizzato da Cesviamo (qui per il profilo Facebook) che raccoglie una serie di progetti umanitari e scommette, con chiunque abbia la voglia e il coraggio di farlo, allo scopo di raccogliere la somma necessaria per realizzarli. Condom mob è proprio una di queste scommesse. Prevedeva l’ingresso di 100 studenti in un condom gigante al fine di ottenere una terapia farmacologica completa ad una mamma sieropositiva, in modo da ridurre il rischio di trasmissione del virus al feto. Ieri, a questa iniziativa, ne è seguita una identica a Genova.

Finiti i dati tecnici mi permetto di lasciare qualche considerazione personale. Ci lamentiamo sempre, troppo spesso, dell’immobilità da cui ci sembra di essere circondati il più delle volte. Forse non è quello che ci circonda a non smuoversi mai, forse siamo noi. Spesso utilizziamo i mezzi che abbiamo, che siano i blog o i social network, in maniera univoca e immutabile. E forse bisognerebbe avere il coraggio di uscire dalla nicchia in cui spesso ci richiudiamo e volgere lo sguardo a queste iniziative di cui, il più delle volte, ignoriamo persino l’esistenza. Eppure riguardo all’AIDS chiunque di noi ha sentito tante cose, è stato sommerso da mille informazioni. In realtà, quanti di noi si sono davvero preoccupati di fare qualcosa? Quanti di noi si sono informati delle iniziative promosse per questa causa? Eppure se ne dovrebbe parlare ogni giorno. Perdiamo tempo occupandoci di attualità e di politica lasciando indietro cose che non sono di certo meno importanti.

Devo ringraziare Claudio per avermi dato l’oportunità di scrivere di questo argomento. Lui crede che io gli stia facendo una gentilezza, parlando di tutto ciò sul mio blog. Invece è lui che ha fatto una gentilezza a me, mi ha permesso di vedere un angolo di mondo di cui non sapevo nulla e che invece merita, più di qualunque altro, di essere approfondito e discusso.

Le altre foto dell’evento di Milano sono qui. Uno dei video invece è qui